Statement on the Covid-19 pandemic by the Titular Grand Duke of Tuscany

Dear all,

 

In this moment of hard trial, both physical and moral, I wish to make all of you, the Tuscan People, as well as all other Italians, feel the sense of my caring and vigilant attention, as well as my intense solidarity.

The health authorities do well to warn us against this dangerous and invisible enemy; measures that tend towards the so-called „social distancing“ are necessary but, inevitably, they generate in each of us a sense of tiredness and frustration.

For this reason, and also in order to live better this strong Lenten time, I invite you to „not lose sight of each other“; if this is physically impossible nowadays, we can still cheer up the day of some old Friend (or brother) of ours by calling him and making him feel our affectionate closeness.

This Lenten time, so strange and so different from any other time experienced so far, be for all of us a moment of deep reflection and awakening of our consciousness. Prayer then becomes fundamental to create a virtuous circle of good souls who are committed to soliciting and encouraging the healing of the sick, as well as to accelerate the transit to the Lord of those who have not made it.

Our thoughts go to the inhabitants of the whole world, since this devious and terrible enemy does not seem to spare any country at all For my part, I am close to you with much affection and participation in your anxieties, worries and fears, with the promise to return to you as soon as possible to your beautiful country.

In the meantime, I wish you all the best for the approaching Holy Easter, first, and hopefully last, of this kind.

 

Sigismondo d’Asburgo-Lorena

 __________________

Carissimi,

 

In questo momento di dura prova, sia fisica sia morale, desidero far sentire a tutti Voi, Popolo Toscano, così come a tutti gli altri Italiani il senso della mia premurosa e vigile attenzione, così come della mia intensa solidarietà.

Le Autorità sanitarie fanno bene a metterci in guardia contro questo pericoloso quanto invisibile nemico; le misure che tendono al cosiddetto „distanziamento sociale“ sono necessarie ma, inevitabilmente, generano in ognuno di noi un senso di stanchezza e di frustrazione.

Per questo, e anche per vivere meglio questo tempo forte di Quaresima, vi invito a „non perderci di vista l’un con l’altro“; se questo è fisicamente impossibile oggigiorno, possiamo comunque allietare la giornata di qualche nostro vecchio Amico (o Confratello), telefonandogli e così facendogli sentire la nostra affettuosa vicinanza.

Questo tempo di Quaresima, così strano e così diverso da ogni altro finora sperimentato, sia per tutti noi un momento di profonda riflessione e di risveglio della nostra coscienza. La preghiera diventa allora fondamentale per creare un circolo virtuoso di anime buone che si impegnano per sollecitare e favorire la guarigione dei Malati, così come per accelerare il transito verso il Signore di coloro che non ce l’hanno fatta.

Il nostro pensiero vada agli abitanti del mondo intero, dato che questo subdolo e terribile nemico non sembra risparmiare assolutamente alcun paese Da parte mia, vi sono vicino con tanto affetto e con molta partecipazione alle vostre angosce, preoccupazioni e paure, con la promessa di tornare da Voi quanto prima nel vostro bellissimo Paese.

Nel frattempo vi faccio i miei migliori auguri per l’approssimante Santa Pasqua, prima, e spero caldamente ultima, di questo genere.

 

Sigismondo d’Asburgo-Lorena
 
Image of His Imperial and Royal Highness The Grand Duke of Tuscany, Sigismondo d’Asburgo-Lorena – Private Secretariat 
 
Sigismondo d’Asburgo-Lorena (b. 1966) is since 1993 the Head of the erstwhile reigning Grand Ducal House of Tuscany. He is aîné great-great grandson of Grand Duke Ferdinando IV of Tuscany, who was the last member of the dynasty to rule before abdicating to allow for Italian unification.